SI DIVIENE PIÙ OTTIMISTI CON IL PASSARE DEGLI ANNI

Le persone, con il trascorrere degli anni, hanno la tendenza a divenire più ottimiste, apprezzando di più la qualità della loro vita. Si evince da uno studio americano secondo il quale le persone anziane tendono ad essere più positivi rispetto alla generazione giovanile.

Durante lo studio, i ricercatori intervistato circa 3.000 persone adulte con età superiore o pari ai 30 anni e gli è stato sottoposto un sondaggio che riportasse la valutazione del proprio stato d’animo ed opinioni su diversi argomenti.

Alla fine è risultato che il 66% dei partecipanti con età pari a 70 anni è più ottimista sulle  conseguenze dell’invecchiamento, al contrario del restante 46% rappresentata dalle persone con età pari a 30 anni.

Lo studio ha fatto emergere che, con il passare degli anni, si tende a sentirsi più protetti sia negli affetti che nelle finanze. Di fatti, per le persone intervistate che avevano più di 70 anni, più della metà hanno considerato la loro vita “eccellente” o “molto buona”, per coloro di età compresa tra i 50 ed i 60 anni il giudizio tendeva a migliorare, mentre per quelli di età compresa tra i 30 ed i 40 anni, il giudizio positivo era solo per il 50%.

Secondo i ricercatori, il risultato ottenuto, potrebbe essere interpretato  che le persone in età avanzata, riescono ad apprezzare aspetti della vita che i giovani tendono a trascurare, come per esempio le relazioni interpersonali e la spiritualità. Rivolgersi a queste attività, secondo gli studiosi, può  consolidare il benessere generale della persona anche se si ha un invecchiamento fisico. 

 

Pubblicato su Assistenza Domiciliare Iris Italia